SPECIAL: EFFETTO REDIPUGLIA

Special_2372Usciamo dal letargo invernale che ci ha visto ospiti del centro sportivo di via Cagnola. Per la prima uscita in via Redipuglia affrontiamo gli amici della Polisportiva Milanese. Una partita che sa di tradizione. Anche l’anno scorso per la prima uscita di primavera li avevamo invitati per un triangolare.
I Mister chiedono e pretendono concentrazione dopo la grigia prestazione nel torneo di Inveruno.
Già dal riscaldamento si vede che siamo in vena di giocare.
La prima in casa non si può steccare.
Le attese non saranno deluse.
I nostri ragazzi ritrovano fluidità di gioco, grinta e decisione nel recuperare palla e l’indispensabile cinicitá sotto porta, spinti anche da un caldo pubblico.

Il risultato finale sarà di 6 a 2 a nostro favore a dimostrare che “il sintetico” è casa nostra e la vogliamo sempre onorare.

Ecco le pagelle:Special_210634
– Diego Enzo Lopez, nelle ultime settimane abbiamo scoperto la lontana parentela e la vicina somiglianza con il portiere spagnolo del Milan. È in giornata di grazia. Si sente nitida la sua voce nel mettere in riga i compagni del reparto difensivo. Deciso nelle uscire e sicuro nelle parate. Partita da incorniciare. “El Gato con guantes”;
– Claudio, il colosso di Rodi. Non c’è da aggiungere altro. Oggi gli è mancato solo il gol nelle sue scorribande in attacco;
– Simona, le sue prestazioni stanno migliorando e la precisione negli interventi difensivi danno sicurezza a tutta la squadra. Elemento imprescindibile nella nostra rinnovata difesa;
-Davide, oggi è il capitano di giornata e all’ingresso in campo l’emozione gli gioca qualche scherzo. Entra a partita iniziata e mette lo zampino in tutte le nostre ripartenze. Il feeling con Marco Bobo De Vita è quasi magia;
– Matteo, capitano in pectore della Special. Dimostra carattere, tanto agonismo e quella sana cattiveria sportiva nel frammentare il gioco della Polisportiva. Il piccolo chimico del calcio;
– Luca, gioca tutto il secondo tempo a dimostrazione di una condizione fisica crescente. Non sbaglia una rimessa e un passaggio. L’arma di primavera in più;
– Simone, deve essere la partita del riscatto. Testa bassa e pedalare. Ecco la filosofia della sua rivalsa. Regala la palla del primo vantaggio a Stefano. Si sacrifica in fase difensiva. Non molla mai.
– Stefano, il nostro bomber di razza. Segna quattro gol, avvoltoio dell’area piccola. Unica pecca di giornata è il buco in barriera sul momentaneo pareggio. I suoi gol cancellano ogni cosa. Gol Amnesia!!
– Marco, l’ultimo nelle pagelle primo in tecnica. Il gol del due a uno sembra uscito da FIFA 2015. Tunnel di tacco, cavalcata sulla fascia destra e piatto implacabile. Il suo soprannome è Bobo, ma solo per oggi lo muteremo in Edson Arantes do Nascimento, in breve Pelé.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam